Questo numero sono sicura si possa leggere come andando fuori per una passeggiata finalmente primaverile, in compagnia di alberi, fiori, animali da accarezzare o da ricordare non senza una stretta di dispiacere.
Oppure, come una camminata con lo scopo di visitare monumenti e le storie in essi celate, e farsi avvolgere dal ritmo serrato del racconto, che è anche sempre un po’ narrazione dell’anima..
Sarà possibile incontrare personaggi sconosciuti ma senz’altro accattivanti nel loro svelarsi gradualmente, dimezzati con bonarietà tra doveri e piaceri.
Sotto una quercia è probabile che faremo amicizia con persone portatrici di storie difficili e dolorose che cercheremo di addolcire col profumo di fiori colorati ammucchiati tra l’erba in deliziosi, piccoli assembramenti.
Potremo imbatterci in storie di città belle e importanti, portate da venti leggeri, ristori, forse, all’ombra di grandi alberi amici.
Spesso la scrittura è anche questo: un girovagare alla ricerca di piccoli e grandi dettagli che possano fare la differenza, alleviare la sofferenza di una perdita improvvisa, regalare, oltre il solito cancello, una visuale e una prospettiva nuove, un barlume brillante che si irradia proprio come un raggio di luce, nitido e intenso.
Anche solo per un momento.
Buone letture,
Iole Troccoli

Share Button
Please follow and like us:

CC BY-NC-ND 4.0 On line il numero scaricabile de “Il Salotto” di Maggio 2024 by L'Italia, l'Uomo, l'Ambiente is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.