Carpe diem…

di Alberto Pestelli

art_1549_1_macchinariodialisicarpediemRecentemente, la nota rivista medica “The Lancet” e un articolo di Chiara Palmerini nel periodico “Focus”, hanno dato notizia di un gruppo di medici dell’Ospedale vicentino San Bortolo capitanato dal dottor Claudio Ronco che hanno inventato e sperimentato un piccolo macchinario in grado di effettuare la dialisi per la depurazione del sangue nei bambini compresi i neonati. La macchina è stata battezzata Cardio-Renal Pediatric Dialysis Emergency Machine meglio nota come Carpediem… cogli l’attimo; cogliere l’attimo per salvare la vita ad un bambino. E questo nuovo sistema è stato creato proprio con questo intento nobile. Carpediem è stata sperimentata su di una neonata nata dopo un parto molto difficile. Aveva avuto un’emorragia e un blocco renale. È stata “collegata” al macchinario per una ventina di giorni fino a quando i reni hanno ricominciato a funzionare. Adesso i suoi organi funzionano bene. Il lavoro di questa equipe è durato ben cinque anni ed è stato portato avanti grazie al finanziamento dell’Associazione Amici del Rene della città di Vicenza. Questo è un trampolino di lancio per sviluppare tecnologie sempre più all’avanguardia per la pediatria. Sicuramente senza questa macchina per “la dialisi miniaturizzata”, la neonata non sarebbe sopravvissuta. Carpe Diem!

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram
Share Button

CC BY-NC-ND 4.0 Carpe diem… by www.italiauomoambiente.it is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.