Mare, alla mia porta verde

Una poesia di Iole Troccoli

LA PORTA VERDE Giorgio Kienerk

Giorgio Klennerk – La porta verde

 

Ti vedo poco

 

qualche giro di sguardi.

Non so dire

 

che cosa mi colpisca in te.

 

Ti parlo poco

ogni tanto

uno scambio leggero

privo sicuramente d’importanza.

 

Eppure, il tuo sostare

inchioda l’aria

mi smania

mi incide di malie.

 

Col niente che mi arriva

ho già tirato su un castello

provvisto di fiori torriti sui balconi

in vicinanza della luna.

 

Con quelle due parole

un ponte lucido di piogge

e una biblioteca di attese

senza una risposta.

 

E una stradina stretta

viottolo, o sentiero

tra l’erba bruciata che si appoggia

al sogno minuto di un’estate.

 

Racconterai un giorno

alla mia porta verde

il mare insonne

che ti preme dentro?

 

 

© copyright Iole Troccoli, 20 aprile 2014

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram
Share Button

CC BY-NC-ND 4.0 Mare, alla mia porta verde by www.italiauomoambiente.it is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.