REFERENDUM SULLE TRIVELLE: ANDARE A VOTARE DOMENICA 17 È UN DOVERE MORALE

FERMA-TRIVELLE-1Domenica 17, come si sa, o come si dovrebbe sapere, si svolgerà il referendum sul prolungamento o meno delle concessioni per le trivellazioni dei fondali marini: il quesito referendario, come affermano i suoi oppositori, ha una valenza pratica limitata, in quanto coinvolge un numero non certo enorme di piattaforme per l’estrazione d’idrocarburi, ma POSSIEDE UN SIGNIFICATO SIMBOLICO ENORME, poiché la sciagurata ipotesi di una vittoria del NO, o, ancora peggio, il mancato raggiungimento del quorum necessario per rendere valida la giornata referendaria, giustificherebbe ogni ulteriore abominio che potrebbe compiersi in futuro nei nostri mari, lungo le nostre coste già così devastate dalla cementificazione selvaggia e dagli inquinamenti.

Inoltre, costituirebbe una vittoria per chi ancora pensa che si possa rimandare, nei fatti, una scelta energetica non più differibile a favore delle fonti rinnovabili e non inquinanti, e dei consistenti investimenti economici che questa richiede.

Chi ha veramente a cuore il futuro dell’Italia, delle sue ricchezze naturali, del suo ambiente unico, non può che andare a votare, e votare SI.

La nostra rivista si schiera dunque, senza alcuna remora, a fianco dei promotori del referendum e invita i propri lettori, e tutti gli amici, a partecipare alla giornata referendaria, e a esprimere il proprio SI sulla scheda elettorale.

Il direttore e la redazione

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram
Share Button

CC BY-NC-ND 4.0 REFERENDUM SULLE TRIVELLE: ANDARE A VOTARE DOMENICA 17 È UN DOVERE MORALE by www.italiauomoambiente.it is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.