I canti della passione al mio paese

Il caro amico poeta Angelo Guarnieri ci fa dono, in occasione della Pasqua, di una sua poesia con un occhio di riguardo alla sua terra natia: la Sicilia.

Angelo Guarnieri

Angelo Guarnieri

I canti della Passione al mio paese

 

Ci sarò ancora. Ci son sempre stato.

Avevo un amore speciale per i Canti della Passione.

E la processione, affollata di guanti neri.

Il coro degli uomini con il vestito scuro di sartoria.

Le donne velate con i loro lamenti accorati.

Anch’io bambino ho cantato in quel coro.

Preparato da un prete antico davo tono alle note acute.

Nella banda suonava mio padre.

Era basso, suonava il basso tuba.

L’aria e il cielo, ancora freschi d’inverno,

sorpresi dalle aeree geometrie delle rondini,

vestivano le montagne di primavera.

Nel corso si apriva la stagione dei gelati. E dei calzoni corti.

Intanto un torturato in Palestina,

crocifisso con i chiodi dei fabbri e dei falegnami,

urlava il suo messaggio di salvezza.

Il suo estremo canto d’amore per l’umanità.

E invitava il mondo a credergli.

Annunciando a tutti la Resurrezione.

 

Angelo Guarnieri

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram
Share Button

CC BY-NC-ND 4.0 I canti della passione al mio paese by www.italiauomoambiente.it is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.