CORPO FORESTALE: E così la frittata è fatta

Di Gianni Marucelli

In settimana sarà definitivamente accorpato all’Arma dei Carabinieri

 corpo-forestale-1

Si chiude, con una pesante sconfitta per chi è convinto che la difesa dell’ambiente debba, in primis, restare prerogativa di un Corpo altamente specializzato, la triste vicenda della soppressione del Corpo Forestale dello Stato – pensata e condotta a termine dal Governo Renzi sull’input di una riduzione dei corpi di polizia voluta dall’U.E: – che verrà accorpato all’Arma dei Carabinieri e perderà in tal modo la sua specificità (anche se molte delle sue competenze le aveva già perdute, pezzo dopo pezzo, a favore delle varie Polizie Provinciale ecc.). Anche se, nelle parole e probabilmente nelle intenzioni del Comandante dell’Arma, i militi della Forestale dovrebbero ancora svolgere il loro compito fianco a fianco con i nuclei specializzati dei CC, permetteteci di avere moti dubbi in proposito, dubbi suffragati dalle posizioni espresse dai sindacati di categoria, come meglio specificato nel comunicato che traiamo dal sito dell’Ansa Ambiente: Contro la ‘chiusura’ e la militarizzazione del Corpo forestale, i sindacati di categoria Fp Cgil, Fns Cisl, Sapaf, Dirfor, Ugl Cfs e Snf promuovono per domani un presidio a Roma in piazza Montecitorio, davanti al Parlamento, dalle 9 alle 19. Al centro dell’iniziativa l’ipotesi, spiegano le organizzazioni, di “chiudere il Corpo forestale, metterlo inspiegabilmente al servizio del ministero della Difesa, militarizzando i 7.000 uomini e donne che lo compongono”, così come dovrebbe prevedere uno dei decreti attuativi della riforma Madia. “La sicurezza dei cittadini, la protezione dell’ambiente, la difesa del territorio non possono essere messe al secondo posto solo per mantenere i proclami fatti dal governo, con uno spot elettorale di deriva populista”, sostiene la Fp Cgil aggiungendo che “non si può cancellare con un colpo di spugna, contro il parere di tutte le associazioni ambientaliste e animaliste, l’unica forza di polizia specializzata nella prevenzione e nella repressione dei reati in materia di ambiente, biodiversità, benessere animale, agroalimentare, incendi, dissesto idrogeologico, inquinamento, rifiuti, foreste etc”. Così come, prosegue, “non si può, in un paese democratico, e contro il parere di costituzionalisti ed organizzazioni sindacali, militarizzare 7000 uomini di una polizia civile a suon di decreti”.

Non ci resta che sperare in bene. Sta di fatto, però, che questo provvedimento va di conserva con quelli che, nell’ordine, frammentano in tre spezzoni diversi il più grande Parco Nazionale italiano (Stelvio), consentono le prospezioni petrolifere nei nostri mari (in particolare nell’Adriatico), hanno tagliato di fatto gli importi necessari per una gestione efficiente di Parchi ed Aree protette, e con idee assolutamente balzane come quella di riproporre il Ponte sulle Stretto, di berlusconiana memoria…

Se il buon giorno si vede dal mattino, stiamo avviandoci verso un pomeriggio sempre più simile alla “notte buia e tempestosa” del bracchetto Snoopy…

Annual_report_(1901)_(14747817054)

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram
Share Button

CC BY-NC-ND 4.0 CORPO FORESTALE: E così la frittata è fatta by www.italiauomoambiente.it is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.