Fotografando a zonzo

Luoghi presi in prestito dal cinema

A cura di Alberto Pestelli

 

“Ricordati che devi morire…”

Sì, sì… mo’ me lo segno!

 

Così rispose Massimo Troisi in quel grande capolavoro cinematografico “Non ci resta che piangere” ideato e scritto insieme a Roberto Benigni. Una storia assurda ambientata in un improbabile antico borgo della Toscana: Frittole. Luogo inesistente, naturalmente. Tuttavia in qualche paese quella scena la dovevano girare. E dove era possibile cercare un borgo medievale di antiche origini perfettamente conservato nei dintorni di Roma? Ma a Sermoneta, ovvio! Il loggiato dove si affaccia il compianto attore napoletano per rispondere al frate che gli ricorda che prima o poi dovrà lasciare la vita terrena, è la Loggia dei Mercanti di Sermoneta che, ancora oggi, rappresenta uno dei luoghi più caratteristici del borgo nella provincia di Latina. A corredo di questo articolo, oltre al video condiviso da Youtube, pubblico alcune mie fotografie scattate a Sermoneta nel 2005, tanto per rendere l’idea di come sia questo bellissimo borgo medievale.

  •  

“Da qui passerà l’autostrada delle Ginestre e qui ci sarà lo svincol della tangenziale est…”

 

Un altro bellissimo borgo ancor più antico di Sermoneta è Calcata in provincia di Viterbo. La piazzetta principale del paesello posto su uno spettacolare sperone di roccia fu teatro di una delle più divertenti gag (le zingarate, tanto per intenderci) di Amici miei. Come per Sermoneta ho condiviso la gag del film di Monicelli e alcune mie fotografie di Calcata scattate tra il 2005 e il 2007.

 

Please follow and like us:
Follow by Email
Share Button

CC BY-NC-ND 4.0 Fotografando a zonzo by www.italiauomoambiente.it is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.