TRIVELLE, CONSIGLIO REG. SARDEGNA: OK ALLA RICHIESTA DI REFERENDUM

L’Assemblea regionale della Sardegna ha approvato la proposta di referendum tesa a cancellare gli articoli della Legge Sblocca Italia, altrimenti chiamata dagli ambientalisti “Sbrocca Italia”, che permette di trivellare i nostri mari alla ricerca di idrocarburi, con conseguenze e rischi sull’ambiente facilmente intuibili da chiunque. Riportiamo a seguire un articolo apparso sulla Rivista on line “Animali e Ambiente”.

Trivelle, Consiglio regionale Sardegna: Ok alla richiesta di referendum

Mercoledì, 23 settembre 2015

COME IN BASILICATA, MARCHE, PUGLIA E MOLISE

Anche il Consiglio regionale della Sardegna ha deliberato la richiesta di referendum abrogativo delle norme nazionali che regolano le autorizzazioni e gli espropri a scopo di prospezione per la ricerca ed estrazione di idrocarburi nel sottosuolo. Due le mozioni approvate dall’assemblea sarda: quella che riguarda l’articolo 38 dello “Sblocca Italia” è passata con 53 voti favorevoli e uno contrario; la seconda mozione, invece, è riferita all’articolo 35 del decreto Sviluppo, è stata varata all’unanimità. Sarà il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau a presentare ufficialmente la richiesta di referendum agli organi preposti. L’ok del Consiglio regionale della Sardegna sulla proposta di un referendum abrogativo anti-trivelle si va ad aggiungere a quello già espresso dalla Basilicata, dalle Marche, dalla Puglia e dal Molise nei giorni scorsi. Intanto, si attende anche il via libera delle altre regioni che mancano all’appello e che hanno calendarizzato la discussione in consiglio (Sicilia, Abruzzo, Veneto, Calabria, Campania e Liguria).

Panorama di Cagliari

Panorama di Cagliari

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram
Share Button

CC BY-NC-ND 4.0 TRIVELLE, CONSIGLIO REG. SARDEGNA: OK ALLA RICHIESTA DI REFERENDUM by www.italiauomoambiente.it is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.