Firenze: là dove si appagano tutti i cinque sensi

di Gianni Marucelli

 

La sala del ristorante

Gusto, olfatto, udito, vista, tatto: a Firenze vi è un Ristorante – Wine-bar che ha l’ambizione di prendersi cura di tutti i cinque sensi tradizionali dei propri clienti, e per questo si nòma proprio in tal modo. “I 5 Sensi” si trova in Via Pier Capponi, in una zona (lungo la cerchia dei viali) immediatamente a ridosso del centro storico. Qui preesisteva un altro locale, la “Tavola Pier Capponi”, che i due attuali gestori, Giovanni e Fabio, hanno rilevato tra il 2011 e il 2012, mutandone profondamente la filosofia di fondo. Le due sezioni dell’esercizio – il ristorante tradizionale e lo wine-bar dove si servono anche allettanti apericene, sono fisicamente distinte ma comunicanti fra loro, e possono vantare la presenza di due salette per conferenze e altri eventi, una vasta terrazza coperta utilizzabile nella bella stagione, una piccola ma fornita biblioteca: tanto che verrebbe istintivo aggiungere alla denominazione un altro senso, quello dello spirito d’arte e d’intelletto, perché anche di esso ci si prende cura .

Nella vasta sala ristorante è maitre indiscusso Giovanni, che dalle sue origini salentine ha conservato intatta la predilezione per il mare e i suoi prodotti; ma il menu

Giovanni Sindaco

presenta anche ottimi piatti “di terra”.

Il nostro maitre è pure un grande intenditore di vini (come sommelier fa parte dell’A.I.S.) e di grappe, per cui è assicurato un abbinamento ottimale tra ciò che è nel piatto e ciò che viene versato nel bicchiere. L’atmosfera gradevolmente agèe, la presenza di un bel piano a coda, la netta cesura tra la tranquillità del locale e il caos del traffico nelle strade vicine fa sì che niente distolga l’attenzione dal gusto dei cibi e delle bevande che assaggerete.

Fabio Antonini

Altro discorso vale per il Bar, curato da Fabio, barman professionista che fa del suo lavoro un’arte, perché è profondo conoscitore non solo della qualità dei liquori che serve, ma anche della loro storia. Tra i suoi compiti, quello di ricercare le “eccellenze” che il territorio offre in questo campo, il recupero di aperitivi, quali il Vermouth, un po’ dimenticati e ora rivalutati proponendo marchi diversi da quelli standard; così come il Gin, tradizionalmente associato ad ambiti anglosassoni e americani, ma da sempre prodotto anche in Italia, come facevano, a pochi chilometri da Firenze, i monaci vallombrosani.

Nell’aria, si diffondono costantemente musiche gradevoli, appagando l’orecchio… e il tatto? – domandiamo. A parte la gradevole sensazione di tenere fra i polpastrelli calici o altri bicchieri sempre adeguati al contenuto, mentre l’occhio si diletta dell’”acconciatura” di aperitivi elegantemente presentati, dove è finito il piacere da assaporare “in punta di dita”? Fabio è geniale, ha riscoperto certe opere – o tavole – futuriste che proponevano anche materiali “da accarezzare”, se così si può dire, e pensa di ricrearle nel suo locale. Ad ogni sapore e profumo, la sensazione tattile adeguata… restiamo in curiosa attesa!

Fabio all’opera

Ristorante e Bar sono in continua sinergia nel proporre serate “a tema”: in questo ultimo periodo, grazie alla presenza di un Maestro giapponese Sato, il mercoledì è dedicato alle delizie del Sushi, ma vengono proposte serate dedicate alle cucine regionali (ultimamente è stato il turno della Sardegna).

Nel locale del Bar e nel Ristorante trovano spazio anche mostre d’arte varia, dalla pittura alla fotografia, e questo è un altro buon motivo per trascorrere qui una piacevole ora di relax serale.

Ristorante Wine bar “I 5 Sensi” – Via Pier Capponi 2/A/R – Firenze

tel. 055-5000315

 

Galleria Fotografica

Share Button

CC BY-NC-ND 4.0 Firenze: là dove si appagano tutti i cinque sensi by www.italiauomoambiente.it is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *