ANCORA UN SOPRUSO AMBIENTALE DA PARTE DEL GOVERNO RENZI

alpine_marmotDal sito “Animali e amthbiente nel cuore del 28 novembre 2016: “Marmotte, stambecchi, tassi, faine… Anche sulla pelle degli animali protetti dalla normativa statale sembra giocarsi la partita referendaria. Questo suggerisce lo scandaloso, gravissimo provvedimento approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, un decreto legislativo che regala ai cacciatori di Trento e Bolzano la possibilità di ammazzare la fauna tutelata su tutto il resto del territorio nazionale. Un provvedimento palesemente incostituzionale, come testimoniano ripetute sentenze della Corte Costituzionale, dunque che si pone violazione della normativa quadro, e che sembrava da tempo accantonato dopo le polemiche delle associazioni animaliste e ambientaliste.”

Prima di una sua eventuale caduta, se al referendum costituzionale dovessero vincere i NO, il Governo Renzi si premura di far contente le lobbies che più gli stanno a cuore, come quella delle doppiette, in questo caso nelle province autonome di Trento e Bolzano. Trinciato in tre parti, come un pollo, il Parco Nazionale dello Stelvio, ed eliminato, dal 31 Dicembre, il Corpo Forestale dello Stato, il campo deve essere sgombrato anche dai residui legislativi che ostacolavano i cacciatori. Possiamo aggiungere, da parte nostra e per diretta conoscenza, che anche all’interno del Ministero dell’Ambiente si è aperta la caccia, ma a quei probi e solerti funzionari che occupano posizioni-chiave, che non sono allineati col Renzi-pensiero e che hanno la sfacciataggine di affermare in pubblico il proprio dissenso…

Alla faccia del merito e della democrazia!

17871491

(Gianni Marucelli)

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram
Share Button

CC BY-NC-ND 4.0 ANCORA UN SOPRUSO AMBIENTALE DA PARTE DEL GOVERNO RENZI by www.italiauomoambiente.it is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.