Lungo la via dei Mosaici

261di Alberto Pestelli

Battistero degli Ortodossi

 262

Il battistero degli Ortodossi di Ravenna è detto anche Neoniano dal vescovo Neone che continuò l’opera di costruzione di Orso, il precedente vescovo della città. La costruzione risale al V secolo. Tuttavia per Ortodossi non deve essere inteso con l’attuale significato della parola ma bensì con quello dell’epoca.

265

Ortodossi erano considerati i cristiani di fede ariana, considerata in seguito eretica. Come per gli altri monumenti storici di Ravenna, anche il battistero Neoniano è nella lista, sin dal 1996, dei siti patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

266

La “posa della prima pietra” del battistero avvenne all’inizio del V secolo e fu terminato intorno al 450 d.C. Il Vescovo Neone, qualche anno dopo, fece costruire la cupola che fu decorata con bellissimi mosaici, stucchi e decorazioni come potete vedere dalle fotografie.

269

La costruzione ha la forma di un ottagono considerato – il numero otto – un numero perfetto in quanto associato alla resurrezione (sette, ovvero il tempo, più Dio, uno). Il battistero è simile sia come epoca di costruzione, sia come fattura alla chiesa di San Giorgio a Salonicco.

272273

 

 

 

 

274276

 

 

 

 

 

 

 

 

© Copyright Alberto Pestelli 2014

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram
Share Button

CC BY-NC-ND 4.0 Lungo la via dei Mosaici by www.italiauomoambiente.it is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.