Tosi e il lupo cattivo…

Di Gianni Marucelli e la Redazione di L’Italia, l’Uomo, l’Ambiente

Tosi-contro-i-lupi-660x330“Abbiamo letto sui giornali di stamani, sabato 27 Ottobre, con stupore e vergogna (per lui e i Veneti che lo hanno votato), le incredibili parole del Sindaco di Verona, Tosi, che ha dichiarato di “permettere” l’abbattimento di due lupi  (e dei loro otto cuccioli) che, sventuratamente, si trovano a vivere da quelle parti. L’esponente leghista ha precisato di essere preoccupato, oltre che per i possibili attacchi alle greggi, per l’incolumità dei bambini. Questo signore ha dimostrato in tal modo la propria totale ignoranza delle leggi dello Stato (i lupi sono specie altamente protetta e non spetta certo a lui derogare da tale regola)) e dell’etologia del lupo che, a memoria d’uomo e anche d’archivio, non ha mai attaccato un essere umano. Questa Redazione perciò condivide la reazione del Presidente della Toscana, Enrico Rossi, che riportiamo fedelmente.”

Tosi, sindaco leghista di Verona, autorizza i cittadini a sparare ai lupi. Una scelta illegale contro un animale protetto. Conosco bene il problema. Anche da noi i lupi hanno assalito branchi di pecore e qualcuno ha cercato di farsi giustizia uccidendoli. Non è questa la via che abbiamo scelto noi. La Toscana con un milione all’anno ha attivato interventi rivolti agli animali predatori (lupi, cani randagi e ibridi). Puntiamo sulla prevenzione del randagismo, la difesa del lupo e la tutela delle attività zootecniche. Forse ai Leghisti è proprio la parola convivenza che non va giù…”

Lupo_salta_pecora

fonte della fotografia:

www.blogtaormina.it

nonciclopedia.wikia.com

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram
Share Button

CC BY-NC-ND 4.0 Tosi e il lupo cattivo… by www.italiauomoambiente.it is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.