Incontri, terza puntata – La danza nuziale delle albanelle

Di Gianni Marucelli

1280px-Flickr_-_don_macauley_-_Bird_015

Era una limpida giornata di Giugno, tanti anni fa. La strada che, dalle pendici occidentali del Monte Amiata, si snoda tortuosa verso le basse colline della Maremma toscana, era in quel tratto fiancheggiata da alberi di ciliegio, i cui frutti già maturi invitavano chi la percorreva a sostare ogni tanto per un assaggio completamente gratuito. Fu così che mi fermai anch’io e, come il Caso volle, dopo due manciate di ciliege alzai il capo a contemplare la gariga e i campi di grano quasi maturo.

Nel mio campo visivo, contro il cielo azzurro, vidi sfrecciare due, poi tre, presenze alate, di un candore poco consueto. Oggi avrei pensato a dei gabbiani reali, ma allora, così lontano dal mare, erano assai poco diffusi. Per fortuna, il mio nascente interesse per l’ornitologia m’induceva a tenere sempre, nel cruscotto, un binocolo, piccolo ma potente. Ebbi così modo di esaminare con agio quegli strani volatili, che ora volteggiavano in aria quasi fossero i piloti di una pattuglia acrobatica.

1280px-Male_monty01

Notai subito che il corpo era affusolato, la coda lunga e stretta, le ali chiare terminavano in un piumaggio molto più scuro, quasi nero. Era la prima volta che le vedevo “dal vero”, ma non potevano esserci dubbi: erano Albanelle!

L’Albanella minore (Circus pygargus) è un rapace diurno che fa parte della stessa famiglia del falco di palude; abbastanza comune nell’Europa orientale e centrale, oltre che sulla penisola iberica, non è molto presente in Italia se non nelle zone che offrono il suo habitat preferito: praterie, brughiere, ampi campi coltivati. Si ciba in prevalenza d’insetti, piccoli roditori, rettili, uccelli di modeste dimensioni che preda quando sono posati al suolo. Ha le zampe più lunghe degli altri rapaci, il che le consente, volando molto bassa, di ghermire a terra le sue prede senza atterrare. Come si è visto, ha un piumaggio chiaro, ed anche questo facilita la sua tecnica di caccia: infatti, dal basso non è molto distinguibile sullo sfondo del cielo. Non è molto grande, comunque la sua apertura alare supera il metro.

Detto questo, però, non si spiegava lo strano comportamento che stavo vedendo: sembrava di assistere a un vero e proprio combattimento aereo, dove due dei protagonisti s’inseguivano, entravano a contatto con gli artigli, riprendevano la picchiata, mentre il terzo se ne stava a qualche distanza, come un arbitro dell’incontro. Che non durò poco: in effetti, ebbi il tempo di osservare con tutto comodo e di riprendere il viaggio, lasciando le albanelle alle loro evoluzioni. La spiegazione la trovai poi nei miei libri: avevo assistito a una vera e propria “danza nuziale” in cui il maschio e la femmina (di solito un po’ più scura) compiono questo rituale sorvolando il territorio dove hanno deciso di costruire il nido. E la terza albanella? Nessuno ha saputo spiegarmene l’atteggiamento. Penso si trattasse di un altro pretendente rimasto, purtroppo per lui, “a becco asciutto”.

1280px-FemaleMonty01

In quanto al nido, che accoglierà in media quattro o cinque uova, è situato al suolo ed è costituito da una semplice piattaforma di erba e stecchi secchi, circondata da una sorta di piccola “area di atterraggio” accuratamente calpestata. Dato che le zone di nidificazione tradizionali sono ormai da tempo divenute coltivazioni, le albanelle si trovano a dover metter su “casa” nei campi di cereali, proprio nel periodo dell’anno in cui questi stanno per venire falciati: nei paesi di progredita sensibilità ecologica, quando si individuano i nidi, i coltivatori lasciano intatta un’area di rispetto tutto intorno, in modo che i pulcini possano crescere e imparare a volare senza correre rischi. Purtroppo questo non sempre accade, con le conseguenze che tutti possono immaginare.

 

© copyright Gianni Marucelli 2014

 

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Fonti fotografiche:

Flickr – don macauley – Bird 015” di Donald MacauleyFlickr: IMG_9250. Con licenza CC BY-SA 2.0 tramite Wikimedia Commons.

Male monty01” di Paul Adlam – Opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons.

FemaleMonty01” di Raoulduke47Opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons.

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram
Share Button

CC BY-NC-ND 4.0 Incontri, terza puntata – La danza nuziale delle albanelle by www.italiauomoambiente.it is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.