CADUTO IL GOVERNO, MATTARELLA NON FIRMI I DECRETI CHE CONSENTONO LA CACCIA A SPECIE PROTETTE

Di Gianni Marucelli

thNon abbiamo mai fatto un mistero che la politica del Governo Renzi, in fatto di ambiente, non ci piacesse; troppi e troppo gravi i provvedimenti varati che vanno in senso opposto a quello di una corretta “governance” del territorio. Tra questi, la “deregulation” in ambito venatorio, resa effettiva (su input di ambito governativo) nella Regione Toscana e, ora, nelle Province autonome di Trento e Bolzano, dove si potrebbe tornare a sparare a specie protette come la Marmotta. Nonostante tutto questo, e ben altro (soppressione del CFS, semirottamazione del Parco Nazionale dello Stelvio ecc.), la nostra rivista si è astenuta da qualsiasi presa di posizione in merito al Referendum costituzionale, pur sapendo che, per volere dello stesso Premier, esso si caricava di un grande significato 17871491politico, addirittura ad personam. All’indomani delle dimissioni dello stesso Renzi, tuttavia, ci uniamo all’opinione di coloro che, come l’Ente Nazionale per la Protezione Animali, chiedono al Presidente Mattarella di non firmare i decreti non ancora operativi, che riguardano soprattutto il Trentino-Alto Adige.

A questo proposito, riportiamo uno stralcio della richiesta dell’ENPA:

«A fronte di un risultato elettorale che ha assunto le proporzioni di un vero e proprio plebiscito contro la politica del Governo Renzi, anche in materia di animali e ambiente, ci appelliamo al presidente Mattarella affinché non firmi i decreti con cui si autorizza la caccia alle marmotte e ad altri selvatici protetti nelle aree naturalistiche del Trentino Alto Adige. Anche su queste politiche, ieri, gli italiani si sono espressi in modo netto e senza riserva alcuna».

Così l’Ente Nazionale Protezione Animali, che prosegue:

«Dai tentativi di deregulation venatoria allo smantellamento dei parchi, passando per il ventilato sterminio dei lupi, mai la legislazione ambientale del nostro Paese è stata così sotto tiro come in questi mille giorni di Governo Renzi. Pertanto – prosegue Enpa – auspichiamo che il prossimo esecutivo, quale esso sia, chiuda per sempre con l’esperienza del suo predecessore. E che tenga finalmente nel debito conto la grande sensibilità degli italiani per la tutela degli animali e della natura. Il referendum Renzi l’ha perso anche su questi temi».

 

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram
Share Button

CC BY-NC-ND 4.0 CADUTO IL GOVERNO, MATTARELLA NON FIRMI I DECRETI CHE CONSENTONO LA CACCIA A SPECIE PROTETTE by www.italiauomoambiente.it is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.