I giardini pubblici di Cagliari

Di Alberto Pestelli

Inaugurato nel 1840, il parco urbano dei Giardini Pubblici di Cagliari, è il più antico polmone verde della città tra il quartiere La Vega e il quartiere Castello (Casteddu, la zona storica del capoluogo sardo). Fu sotto il regno dei Savoia che furono progettati e costruiti perché grande era la necessità di avere un’area verde per la città. Già dal 1816 il viceré Giacomo Pes, che aveva sollevato la questione, scelse l’area davanti alla polveriera dell’arsenale della guarnigione di Cagliari. Il Comune, durante il regno dei Savoia, acquistò la zona nello stesso anno della sua inaugurazione.

Il giardino non è molto grande: in poco più di due ettari, ospita, nella costruzione che un tempo era la sopracitata polveriera, la Galleria comunale d’Arte di Cagliari. I cannoni che erano stati sistemati fino al 2005 nel parco, provenivano proprio dalla polveriera. L’attrazione del giardino sono le circa sessanta piante tutte quante centenarie. Sono piante esotiche, palme e due immensi ficus magnoloidi che hanno quasi 130 anni.

Nel 2005, sono stati portati a termine i lavori di ristrutturazione dei giardini. Molti sono i miglioramenti apportati, tra le quali fontane con due vasche d’acqua, l’originale passeggiata centrale di circa trecento metri (che il tempo aveva contribuito a danneggiare in molti punti), un nuovo impianto idrico per l’irrigazione delle piante e dei fiori.

I giardini pubblici sono certamente un piccolo gioiello nel cuore di Cagliari che ha avuto il merito di essere il primo polmone verde della città. Ricordiamo che altri luoghi verdi sono presenti: il monte Urpino, il parco di Monte Claro e il colle di San Michele. Degni di essere menzionati sono il Terramaini e l’ex vetreria.

Affacciandosi dal muro di cinta del giardino pubblico in direzione degli stagni di Molentargius, è facile osservare migliaia di puntini rosa… i fenicotteri! Allora viene voglia di scendere al livello del mare per visitare un’altra zona caratteristica di questa meravigliosa città.

Licenza Creative Commons
I giardini pubblici di Cagliari di Alberto Pestelli © 2015 è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at www.italiauomoambiente.it.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://www.facebook.com/LItalia-lUomo-lAmbiente-1381218075468472/.

Share Button

L’Olanda è un fiore

Giovedì 5 Novembre, presso la Sala-conferenze di Allianz Bank, Piazza Savonarola 6, Firenze, alle ore 17,45 avrà luogo il quinto incontro del Ciclo di conferenze “Itinerari tra Storia, Natura e Culture“, organizzato da Pro Natura Firenze in collaborazione con la rivista “L’Italia, l’uomo, l’ambiente”.

Il Presidente di Pro Natura, Gianni Marucelli, presenterà il nuovo libro dello scrittore-viaggiatore Paolo Ciampi,

L’OLANDA E’ UN FIORE

In bicicletta con Van Gogh

Ediciclo ed. 2015

prod_1369_Olanda 

Cronaca del tutto particolare di un viaggio, in battello e in bici, per i can ali e le piste ciclabili dei Paesi Bassi, in una terra creata insieme dall’uomo e dalla natura, con in testa gli esempi della grande pittura fiamminga e quel gigante dell’arte, tormentato e creativo, che fu Vincent Van Gogh. Sarà presente l’autore.

paolociampicesvot

Per ragioni logistiche, l’accesso alla sala-conferenze sarà consentito dale ore 17,40 alle ore 18,00. L’incontro è aperto a tutta la cittadinanza.

Share Button

Programma del Tribunale dei Popoli

La Federazione Nazionale Pro Natura  inoltra in allegato, per opportuna informazione, il programma definitivo della sessione torinese del Tribunale Permanente dei Popoli, con l’elenco dei giudici. L’imputato principale è la progettata linea TAV Torino-Lione, ma sotto processo sono tutte le Grandi Opere inutili imposte.
L’aver ottenuto che il Tribunale Permanente dei Popoli (erede dello storico Tribunale Russel) abbia deciso di prendere in carico la problematica è un successo del Controsservatorio Valsusa, presieduto dal magistrato in quiescenza Livio Pepino, e di cui fa parte Pro Natura Torino.

Share Button