Incontri, quinta puntata – Lotta mortale sul lago dell’Accesa

Di Gianni Marucelli

c030Lago dell’Accesa

Quel che racconto è accaduto molti anni fa, presso le rive del piccolo Lago dell’Accesa, presso Gavorrano, in quella zona che segna il confine tra le Colline Metallifere e la Maremma Toscana.

Questo laghetto, oggi sito archeologico e area naturalistica, ha una storia geologica particolare. La sua formazione deriva probabilmente da uno sprofondamento del terreno (origine tettonica). Sul fondo, è situata una sorgente che provvede ad alimentarlo di nuove acque. Vi è anche un emissario, che forma il fiume Bruna. Circondato da canneti e arbusti, il Lago dell’Accesa è molto profondo, dai 40 ai 70 metri. I suoi dintorni furono frequentati già dagli Etruschi, che vi costruirono un vero e proprio villaggio metallurgico, per la lavorazione del ferro, ma anche dell’oro e dell’argento. Si sono ritrovate non solo alcune tombe, ma anche le fondamenta delle case degli operai e molti manufatti.

Proprio in uno degli spiazzi liberati dalla vegetazione grazie al lavoro degli archeologi, si svolse la scena che vi voglio narrare.

Stavo appunto visitando quanto del villaggio minerario era stato fino ad allora portato alla luce. Era una giornata assolata e tranquilla, probabilmente di Settembre; non vi erano altri turisti e l’unico suono era costituito dal canto degli uccelli tra i canneti. A un tratto, con la coda dell’occhio percepii un guizzare verde smeraldo tra i cespugli, seguito da un lampo marrone: due corpi di piccole dimensioni andarono a fermarsi proprio nel centro di un quadrato di terreno sgombro di piante e di resti archeologici. Una specie di ring, perché i due animaletti si ersero ciascuno sulle rispettive zampe posteriori, tentando di azzannarsi. Dopo un attimo di sbalordimento, capii chi fossero i contendenti: da una parte un rettile, un enorme ramarro, quale non ne avevo mai visti, dall’altra un mammifero, di poco più grande, nel quale riconobbi una donnola. Mi sembrò di entrare nel Libro della Jungla di Kipling, in quelle pagine dove viene raccontato lo scontro terribile tra Rikki-tikki-tavi, la Mangusta, e il Cobra.

Alaska_WeaselDonnola

I due che mi erano di fronte non erano certo da meno dei personaggi dell’opera letteraria: se le davano di santa ragione, la donnola attaccando, il ramarro difendendosi disperatamente non solo con i morsi, ma anche frustando l’aria con la lunga coda. Era evidente che il secondo era il predato, il primo il predatore… ma stavolta il piccolo mustelide aveva trovato pane per i suoi denti. Non credo che il confronto sia durato più di una ventina di secondi, ma il senso del tempo mi aveva letteralmente abbandonato: ero completamente ipnotizzato dallo svolgersi del duello mortale. Infine, sembrò che il ramarro dovesse cedere al maggior peso e ai denti aguzzi della donnola: cadde con la schiena a terra, l’avversario in un attimo gli fu addosso, ma con uno scatto disperato il rettile volò letteralmente di fianco, atterrando sulle quattro zampette e precipitandosi in un cespuglio vicino.

Lacerta_viridisRamarro – Lacerta viridis

La donnola rimase per un millesimo di secondo paralizzata, poi si gettò all’inseguimento. I due scomparvero dalla mia vista. Tutto tornò tranquillo. Non seppi mai quale fosse l’esito della lotta, ma ero, e sono ancor certo, di aver assistito a qualcosa a cui gli esseri umani del nostro civilizzatissimo paese raramente assistono: uno scontro per la vita e per la morte tra due creature appartenenti a famiglie animali totalmente diverse, due esseri che si affrontano per due soli motivi: il cibo e il territorio. Feroci sì, ma senza ideologie filosofiche o religiose dietro cui nascondere il proprio, genuino, istinto di sopravvivenza.

© copyright Gianni Marucelli 2014

Licenza Creative Commons
Incontri, quinta puntata – Lotta mortale sul lago dell’Accesa diGianni Marucelli è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at www.italiauomoambiente.it.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso www.italiauomoambiente.it.

Fonti fotografiche:

www.fototoscana.it

 

Alaska Weasel” di Cecil SandersCecil SandersUploaded by Mariomassone. Con licenza CC BY 2.0 tramite Wikimedia Commons.

 

Lacerta viridis“. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons.

Share Button